I RIGATTIERI DI PRIMAVALLE

C’è chi minaccia di darsi fuoco, chi sventola un cappio, chi si arrampica sulla recinzione del XIX municipio: sono i rigattieri di Primavalle, che lottano per avere uno spazio in cui vendere le loro cose, rigorosamente second hand. Sono disoccupati, pensionati, ex detenuti, ex tossicodipendenti. E chiedono di poter riaprire il mercatino dell’usato in cui esponevano le loro merci.