UNA GIORNATA NEL CIE DI PONTE GALERIA

Nel Centro di Identificazione ed Espulsione di Ponte Galeria sono 90 le donne, per lo più africane raccolte dalla strada, vittime della tratta; 93 gli uomini, molti dei quali provengono dal Maghreb. Ognuno di loro costa allo stato 42 euro al giorno, tutto incluso. Ogni casetta è circondata da sbarre e si affaccia su uno spazio comune. Circondato da altre sbarre. In questa struttura, che è molto peggio di un carcere, i detenuti e si chiamano “ospiti”. Per molti di loro, una volta identificati, scatta il rimpatrio in quel Paese da cui sono fuggiti. Per evitarlo, inghiottono accendini, si tagliano con lamette… Spesso l’esasperazione si trasforma in vera e propria rivolta (2010).
Advertisements